Sunderland v Everton

Moderatore: waldaz

charlieVillans
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 11563
Iscritto il: 02/05/2008, 19:10

Re: Sunderland v Everton

Messaggio da leggereda charlieVillans » 13/05/2016, 12:57

Io penso che un manager è bravo quando porta a casa il risultato con il materiale che ha. Big Sam pepite per le mani non le ha mai avute ma, come dicono in Toscana, il lesso l'ha sempre riportato a casa. Quindi per me merita considerazione anche se le sue squadre spiccassero i gabbiani a pallonate.

Avatar utente
antshearer
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 9808
Iscritto il: 29/04/2008, 14:27
Team: Newcastle United
Località: Geordieland
Contatta:

Re: Sunderland v Everton

Messaggio da leggereda antshearer » 13/05/2016, 18:04

sinceramente credo che l'unica annata brutta sia stata al newcastle, lì andò decisamente sotto lo standard
Immagine

Avatar utente
TNS_87
Fanatic Supporter
Fanatic Supporter
Messaggi: 29392
Iscritto il: 01/05/2008, 12:12
Team: Manchester Utd
Località: Bari
Contatta:

Re: Sunderland v Everton

Messaggio da leggereda TNS_87 » 13/05/2016, 18:16

Diciamo che di articoli italici non ne leggo mai (nè da giornali nè tantomeno da "privati"), questo però su Big Sam l'ho trovato molto azzeccato:

"Il Sunderland si ritrova sul fondo della Premier League, al diciannovesimo posto. Dick Advocaat, arrivato in estate, ha raccolto solo 3 punti nelle prime 8 giornate di campionato. L’allenatore olandese viene esonerato, e al suo posto, quel 9 ottobre, viene presentato il nuovo manager dei Black Cats.
E’ Big Sam Allardyce, che proprio nell’estate del 2015 ha lasciato il posto sulla panchina del West Ham a Slaven Bilic. In quel momento è un uomo che ha tutto da perdere, poco da guadagnare. Nessuna squadra condotta da Big Sam Allardyce in panchina ha mai conosciuto l’onta della retrocessione. Prendere la barca del Sunderland sembra una scelta folle. E’ una barca destinata ad affondare e a trascinare negli abissi anche il piccolo primato d’orgoglio del suo nuovo allenatore.
Un allenatore che, piccolo particolare, nella stagione 2007-08 ha guidato il Newcastle United. E se avete un minimo di conoscenza della storia del calcio inglese, saprete bene che tra Newcastle e Sunderland non corre di certo buon sangue. Tanto è vero che Allardyce è il primo allenatore a sedere su entrambe le panchine.
E’ una scelta, quella di accettare l’incarico offerto dal Sunderland, che solo un pazzo potrebbe fare. Un pazzo, oppure uno che sa bene quello che fa. Big Sam Allardyce è un po’ tutte e due le cose, e si siede su quella panchina. Convinto che le cose cambieranno.
Fast Forward. Stop. Play.

11 maggio 2016. Il Sunderland batte 3-0 l’Everton e festeggia davanti ai suoi tifosi il raggiungimento della salvezza. Condannando il Newcastle di Rafa Benitez alla matematica retrocessione in Championship. Uno scenario che solo un pazzo o un visionario avrebbe potuto immaginare 7 mesi prima. Un pazzo, o uno che sa esattamente quello che fa, come lo fa e come lo vuole fare. Un pazzo, oppure Big Sam Allardyce, che può lasciarsi andare alla sua festa. L’impresa è compiuta, il record personale è salvo, l’onore anche. E in più, il Newcastle è stato mandato giù all’Inferno, nel caso ci fosse stato bisogno di un punto esclamativo per mettere la parola fine a questa storia.
Big Sam corre sotto i suoi tifosi. Si toglie la giacca, si batte le mani sul petto. Vorrebbe strappare la camicia con la sola forza dei suoi pettorali, quasi ad imitare le mosse di Hulk Hogan, eroe del wrestling. E’ un uomo felice, un uomo felice di aver compiuto un’impresa che tutti – tranne lui, forse – reputavano impossibile. Ma non è un pazzo.

Perchè dietro la faccia da burbero, perennemente incazzata, dietro le urla, l’esagitazione con cui vive la panchina, dietro tutto questo c’è un manager competente, sincero, abituato a dire quello che pensa e a far parlare il campo. Un gran motivatore, ma anche e soprattutto uno che -per dirla con un luogo comune- è abituato a fare le nozze con i fichi secchi. Uno in grado di tirare il meglio dal materiale, tecnico e umano, a sua disposizione. Come d’altronde ha fatto, per l’ennesima volta, con questo Sunderland.
Un grande motivatore, dicevamo. Tutti i protagonisti raccontano con passione quanto successo prima della gara contro l’Everton, quella decisiva per la salvezza. I giocatori del Sunderland arrivano nel loro spogliatoio e, sulla parete proprio fuori la porta, trovano qualcosa di nuovo. Delle foto fatte stampare e incorniciare, in bella vista, per l’occasione. Sono le foto dell’esultanza di Defoe, quattro giorni prima, per il gol del 3-2 al Chelsea, in rimonta. C’è Defoe che si toglie la maglia, abbraccia Borini, e intorno la gente dello Stadium of Light che impazzisce. Immagini che parlano da sole e caricano i Black Cats in vista della caccia ai tre punti decisivi per la permanenza in Premier League.
Un’idea di Big Sam, naturalmente".



http://www.delinquentidelpallone.it/big ... underland/
ImmagineImmagineImmagine
1948(Turin) --> Italy-England=0-4(4' S.Mortensen, 23' T.Lawton, 70' e 72' T.Finney)
______________________________________________________________________________________________
Palmares(WolvesInv87)
BFF Tri Nations Champion 2011(Fantasy Rugby)
BFF Super XV Champion 2012(Fantasy Rugby)
BFF Six Nations Champion 2013(Fantasy Rugby)
BFF Rabo Direct Champion 2014(Fantasy Rugby)
BFF Championship Champion 2015 (Fantasy Football League)

Avatar utente
davidone71
Premium Supporter
Premium Supporter
Messaggi: 6063
Iscritto il: 30/04/2008, 21:02
Team: Millwall
Località: Genova(Pontecarrega)
Contatta:

Re: Sunderland v Everton

Messaggio da leggereda davidone71 » 13/05/2016, 22:34

Contento per i Black Cats , dispiaciuto per i magpies
let`em come,let`em come,let`em come,
let`em all come down to the den,
let`em come,let`em come,let`em come,
we always have to beat them again...
is the best team in London,
the best team of all
everybody knows us,
WE ARE CALLED MILLWALL !!!!!!!

ImmagineImmagineImmagine



Zêna, çitæ d'incànto,se mi te cànto l'é perché te véuggio bén


Torna a “Sunderland”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite