La storia di un (mio) mito..

"when football was football and footballers were men..."
Sezione ufficiale del sito Old British Football

Moderatore: Lord Sinclair

Avatar utente
thegable
Supporter
Supporter
Messaggi: 589
Iscritto il: 30/04/2008, 0:14
Team: Montrose FC
Località: Roma-Rieti

La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda thegable » 23/05/2008, 1:49

DARIO GRADI(sul quale sono sicuro qualche parola nel vecchio forum sia stata spesa...)
nasce in italia (milano) nel luglio del 1941,da padre italiano(che morira poco dopo la sua nascita)e mamma britannica che alla morte del marito portera il piccolo dario in inghilterra

come calciatore gradi nn lascera una traccia indelebile:sutton utd e Totting & Mitcham le sue squadre,da manager inizia neanche 30enne come assistente al chelsea,poi "mister" al Sutton United, al Derby County, al Wimbledon, oltre alla gestione delle giovanili del Leyton Orient ed una sfortunata parentesi al Crystal Palace.

e nel 1983 arriva la chiamata che cambiera la sua vita:quella del crewe alexandra(quarta divisione-ora league two)

ebbene gradi riuscira a portare il club fino alla seconda divisione(championship)con una politica basata sull academy:potenziare il settore giovanile,lanciare giovani talenti,venderli e migliorare ancora struture e rete di osservatori:questa una veloce lista di che è passato sotto dario:
Geoff Thomas,David Platt ,Rob Jones,Robbie Savage ,Neil Lennon ,Danny Murphy ,Seth Johnson e Dean Ashton

ma non è la championship raggiunta col crewe a rendere immortale dario:

questi i suoi numeri:
24 anni col crewe 1983-2007(record che forse sara intaccato da sir alex)
oltre 1200 partite solo col crewe
conferimento dell’MBE, ovvero l’appartenenza all’Ordine dell’Impero Britannico, come riconoscimento per il contributo dato al calcio inglese.
una via a lui dedicata a crewe:Dario Gradi Drive
un gruppo musicale che prende da lui il nome:Dario G
laurea honoris causa dell’Università di Loughborough

insomma un eroe della football league inglese che in pochi forse conoscono ma che è davvero leggenda...
un uomo al quale la Football Association offrì l’importante ruolo di direttore tecnico e addirittura i portoghesi del Benfica gli proposero la propria panchina.
“Mi piacerebbe, ma preferisco quello che stiamo cercando di ottenere al Crewe” le sue risposte

grande dario :ave: :ave:
LA VOCE ITALIANA DEL MONTROSE FC

Remembering GRETNA FC... 1946-2008
The Black&Whites forever in our hearts

Avatar utente
thegable
Supporter
Supporter
Messaggi: 589
Iscritto il: 30/04/2008, 0:14
Team: Montrose FC
Località: Roma-Rieti

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda thegable » 23/05/2008, 1:50

Immagine
LA VOCE ITALIANA DEL MONTROSE FC

Remembering GRETNA FC... 1946-2008
The Black&Whites forever in our hearts

Avatar utente
Yazid
Supporter
Supporter
Messaggi: 1162
Iscritto il: 30/04/2008, 11:48
Team: Aston Villa

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda Yazid » 23/05/2008, 2:15

Qualche hanno fa' avevo letto una biografia su Gradi, che ripercorreva la sua storia da allenatore. Lavorare per 24 anni nella stessa squadra, e' una cosa che possono vantare poche persone. Lavorare 24 anni vuol dire avere la fiducia di tutte le persone che lavorano nel club e di tutti i tifosi, e anche se una o due stagioni vanno storte, nessuno ti da' il benservito, perche' dopo tutto questo tempo, hanno grande fiducia. Quello che erge a mito Gradi, e' propio l'aver rifiutato panchine importanti come quella del Benfica, perche' non voleva tradire la sua gente e preferiva lavorare portando avanti il suo progetto. Una persona del genere bisogna solo prenderla d'esempio

Avatar utente
Syd
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7022
Iscritto il: 29/04/2008, 12:58
Contatta:

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda Syd » 23/05/2008, 9:50

ne avevo sentito parlare
mamma che personaggio
di una positività quasi assurda
"Nel periodo della televisione a colori, abbiamo vinto più di tutti”.
(cit. A.G.)

Avatar utente
hibees1875
Supporter
Supporter
Messaggi: 3260
Iscritto il: 21/04/2008, 23:21
Team: Hibernian/Wealdstone
Località: London E15
Contatta:

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda hibees1875 » 23/05/2008, 10:29

un vero mito :viva: :viva: il simbolo di un calcio che non c'è più ben 24 anni nella stessa squadra dopo di lui difficilmente capiterà a qualcun'altro

Avatar utente
Remus
Supporter
Supporter
Messaggi: 1676
Iscritto il: 30/04/2008, 10:36
Team: Liverpool
Località: Roma

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda Remus » 23/05/2008, 10:33

The Gable,hai tirato fuori dal cilindro la storia di un grandissimo personaggio.Un mito 24 anni nello stesso piccolo club rifiutando anche le offerte del Benfica pur di restare nei The Railwaymen. :ave:
Immagine Immagine

Lord Sinclair
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8575
Iscritto il: 29/04/2008, 10:08

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda Lord Sinclair » 23/05/2008, 11:19

Bravo hai fatto bene a dedicare questo post a Gradi. proprio ieri raccontavo ad un amico la sua storia visto che costui sosteneva che al mondo nessuno può resistere più di Ferguson su una panchina. E' una delle persone più consociute, stimate e apprezzate del mondo del footie. Ho ben chiara la sua immagine di giocatore nella foto del Sutton Utd nel programme per la finale della FAAC del 69. Ha creato un rapporto starordinario con la città, il club, i giocatori. Tanti grandi clubs mandano i propri giovani a farsi le ossa nel Crewe xchè sanno che sotto Gradi non potrà che fare bene ed imparare. Bisogna anche avere molta considerazione dell'ambiente sereno in cui ha potuto lavorare.

Avatar utente
hibees1875
Supporter
Supporter
Messaggi: 3260
Iscritto il: 21/04/2008, 23:21
Team: Hibernian/Wealdstone
Località: London E15
Contatta:

Re: La storia di un (mio) mito..

Messaggio da leggereda hibees1875 » 23/05/2008, 11:24

Non sapevo che aveva rifiutato il Benfica, fa notare la sua serietà e amore verso il Crewe


Torna a “Old British Football”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite